Recensioni Editoriali Rispolverando il Guardaroba: Jasmin Noir (Bvlgari)

Rispolverando il Guardaroba: Jasmin Noir (Bvlgari)

04/30/17 03:52:44 (2 commenti)

di: Elena Vosnaki

Dopo fragranze stucchevoli e alquanto riempitive come Omnia Green Jade, Voile de Jasmin o Aqva non mi aspettavo sicuramente di essere stupita dal brand Bvlgari; eppure di recente mi sono ritrovata a rivisitare con grande piacere Jasmin Noir, la cui bottiglia in nero laccato riprende le linee eleganti del classico Bvlgari Pour Femme. E' ormai trascorso quasi un decennio dal suo lancio. Quella volta i profumieri Carlos Benaim e Sophie Labbé di IFF colpirono nel segno: la sua composizione ricca e raffinata, con un accenno di succosità ma non troppo floreale e piuttosto sommessa, soddisfa gli standard dei consumatori nella fascia 25-40 anni per cui fu originariamente concepita. Il suo è un concept ben rappresentato nelle pubblicità, in cui una raffinata Kate Moss indossa un severo e vistoso gioiello. Ma è una fragranza che si regge in piedi da sola, lontana da qualunque brief industriale ed analisi statistica. Dopo averne rispolverato la bottiglia in fondo al mio guardaroba me ne sono rinnamorata completamente, e ho deciso di condividere con voi questa riscoperta.

Bvlgari Jasmin Noir poster

Se Jasmin Noir non è granché lodato da chi scrive di profumi è per una certa incongruenza tra ciò che il suo nome promette e ciò che la fragranza realmente offre: è un legnoso floreale, e non l'opposto, con segmenti presi in prestito da Sensuous di Estée Lauder e da Black Orchid di Tom Ford, mentre l'enfasi non è né sul gelsomino né su qualsiasi altra tendenza "oscura" e sinistra. Lo stesso Bvlgari descrive Jasmin Noir come "un fiore immaginario, bianco ed immacolato che evoca il mistero allo stato puro e rivela tutta la sua conturbante sensualità al calare della notte". Mi trovo d'accordo con la parte immaginaria, così come con la promessa di sensualità, ma non con l'allusione al bianco che farebbe pensare ad un profumo ai fiori bianchi.

E infatti, a dispetto del nome, Jasmin Noir NON E' un vero floreale bianco. La gardenia verde e germogliante in apertura si dissolve velocemente per svelare una scia di liquirizia e legni che si farà notare da chi vi sta intorno, con una durevole eco muschiata a prolungare questo calore indefinibile. Quanti amino le composizioni a base di muschio e mandorla con una predilezione per tocchi orientali in un contesto contemporaneo potrebbero trovare in Jasmin Noir un utile alleato per tutte quelle occasioni in cui non sanno cosa indossare.

E forse dovrebbe piacere anche un po' di liquirizia e mandorla; so che l'anice è un aroma che si impara ad apprezzare col tempo. Ma qui l'effetto non è né sofisticato (L'Heure Bleue), né intenso (come ad esempio in Lolita Lempicka, dove l'anice è ben percepibile dietro le violette dolci). E' invece semplice e confortevole, come una stola in mohair quando l'aria notturna primaverile si fa appena frizzante.

Per quel che mi riguarda la fragranza ha sempre raccolto il tipo di complimenti da cui si deduce che chi la indossa ha un gusto impeccabile, una persona cui la gente ama sedersi accanto per annusarla di tanto in tanto. Di quanti profumi moderni potremmo dire la stessa cosa?

Bvlgari Jasmin Noir poster

Col senno di poi è terribile che una fragranza così buona non riceva l'attenzione che meriterebbe. Avrebbe dovuto essere un bestseller, uno di quei profumi che si riconoscono immediatamente. Invece non lo sento molto spesso in giro, e mi rattrista pensare che un giorno potrebbero eliminarlo per questo motivo.

Sicuramente l'esistenza di numerosi flanker indica comunque un certo successo commerciale. Oltre alle due interpretazioni della formula originaria, vale a dire Jasmin Noir L'Essence (2011) e Jasmin Noir L'Elixir (2012), esistono anche edizioni con una composizione diversa come Mon Jasmin Noir del 2011 (comincia ad essere disorientante, no?), Mon Jasmin Noir L'Eau Exquise del 2012 e Mon Jasmin Noir L'Elixir, sempre del 2012. Ma anche questa non è una garanzia; guardate ad esempio quello che è successo a Blv.

Il riaccendere l'amore per una creazione fragrante così solida soddisfa non soltanto il mio interesse personale ma anche quello dei lettori. Se non altro una bottiglia non guasterebbe, considerata la sua versatilità e piacevolezza.

 

Elena Vosnaki

Elena Vosnaki è una storica, scrittrice di profumi dalla Grecia e scrittrice per Fragrantica. E' fondatrice e redattrice di Perfume Shrine, una delle più rispettate pubblicazioni indipendenti online sui profumi.

La sua scrittura è stata premiata al Fifi Awards for Editorial Excellence nel 2009 e nel 2011.

E' consultata in qualità di storica ed esperta di fragranze ed è stata curatrice di installazioni fragranti all'esposizione museale di Expo 2015 a Milano ed altrove. Collabora inoltre a pubblicazioni in ogni parte del mondo.



Precedente Recensioni Editoriali


Advertisement

DarkViolet
DarkViolet

Cara Estasia,
purtroppo non conosco l'edizione L'Elixir di cui parli, e che stando alle note mi sembra molto ben strutturata ed armoniosa così come l'originale. Ho provato, ma svariati anni fa ormai, Mon Jasmin Noir e mi piacerebbe risentirlo (questo non credo faccia per te contenendo una nota gourmand cremosa come il torrone, ma non si sa mai :)).
Di Jasmin Noir possiedo l'EdT nel formato purse spray, una versione alleggerita da note verdi e dal fiore di loto che la rendono più acquatica ed ariosa rispetto all'EdP.
Condivido in pieno quanto affermato da Elena V. circa il "calore indefinibile" e la versatilità di Jasmin Noir, tra l'altro mi pare sia una delle fragranze Bvlgari maggiormente durevoli ed intense e mi auguro il brand torni presto ad offrirci composizioni corpose ed avvolgenti come questa (parlo ovviamente della linea "commerciale" e non della collezione esclusiva Le Gemme). Comunque sì, come dici tu la tendenza negli ultimi tempi porta da altre parti.

May
04
2017
Estasia
Estasia

Ho un flanker, Jasmin Noir l'elixir, e devo dire che si distacca molto dagli altri profumi a base di fiori bianchi perchè non è nè cremoso nè polveroso; mi piace perchè è "secco" e risulta asciutto ed essenziale, quasi unisex; insomma, sono d'accordo, è un profumo che ha la sua ragione di essere e meritava un maggiore successo. Purtroppo la moda conduce verso fragranze più dolci e rassicuranti.

May
04
2017

Aggiungi la Tua Recensione

Diventa membro di questa comunità online di profumi e potrai aggiungere le tue recensioni.

Advertisement

Advertisement

Nuove Fragranze

ArubaNateeva
Aruba

X Twist MyrrhClive Christian
X Twist Myrrh

Dominican RepublicNateeva
Dominican Republic

Saint ThomasNateeva
Saint Thomas

Al MiskRicardo Ramos Perfumes de Autor
Al Misk

LaAuroraRicardo Ramos Perfumes de Autor
LaAurora

Figment ManAmouage
Figment Man

Figment WomanAmouage
Figment Woman

White GoldOrmonde Jayne
White Gold

Crystal SandVictoria`s Secret
Crystal Sand

Turquoise WavesVictoria`s Secret
Turquoise Waves

Pink SunsetVictoria`s Secret
Pink Sunset

Beach BloomVictoria`s Secret
Beach Bloom

Missoni Parfum Pour HommeMissoni
Missoni Parfum Pour Homme

Kisses RainRenier Perfumes
Kisses Rain

Femme En SmokingPierre Guillaume
Femme En Smoking

Gardenia Pour LuiPierre Guillaume
Gardenia Pour Lui

HabaneraPierre Guillaume
Habanera

Positano 1962Pierre Guillaume
Positano 1962

Peace of My HeartEternel Gentleman
Peace of My Heart

EGEternel Gentleman
EG

Lord of The ChicEternel Gentleman
Lord of The Chic

Noble SpiritEternel Gentleman
Noble Spirit

MafiosiEternel Gentleman
Mafiosi

Bergamust NoirGallagher Fragrances
Bergamust Noir

Lalique de Lalique Seduction Crystal EditionLalique
Lalique de Lalique Seduction Crystal Edition

Black Rose TeaTeaology
Black Rose Tea

CH L`Eau 2017Carolina Herrera
CH L`Eau 2017

Pedro del Hierro Le ParfumPedro Del Hierro
Pedro del Hierro Le Parfum

Nanette Lepore (2017)Nanette Lepore
Nanette Lepore (2017)

Marche e profumi popolari: